Relay Attack, una minaccia invisibile per la sicurezza dei veicoli

Nell’era digitale, la sicurezza informatica è diventata una preoccupazione crescente, non solo per computer e smartphone, ma anche per i veicoli moderni. Un esempio allarmante di questa minaccia è il Relay Attack, una tecnica di hacking sofisticata che colpisce i sistemi di accesso keyless delle automobili.

Di cosa si tratta

Un Relay Attack, noto anche come attacco dei due ladri, è una tecnica di hacking che si inserisce nella comunicazione tra due parti, in questo caso, la chiave di un’auto e il sistema di ricezione del veicolo. Gli hacker utilizzano due dispositivi: uno per intercettare il segnale dalla chiave dell’auto e l’altro per trasmetterlo al veicolo, ingannando così il sistema e permettendo loro di sbloccare e avviare l’auto senza necessità di accesso fisico.

Come funziona

Denis Laskov, Automotive Security Expert ha pubblicato di recente su LinkedIn un video che riproduce un esempio reale di come funziona un Relay Attack sui sistemi PKE (Passive Keyless Entry).

Fonte Denis Laskov

Il processo è sorprendentemente semplice e veloce, rendendo l’attacco relay una minaccia significativa. Un ladro si avvicina alla vittima con un dispositivo che simula una chiave smart, mentre un complice si trova vicino all’auto. Il primo dispositivo cattura il segnale dalla chiave reale e lo trasmette al secondo dispositivo, che lo invia al veicolo, sbloccandolo.

Prevenzione

Fortunatamente, ci sono metodi per proteggere i veicoli da questi attacchi. Una soluzione popolare è l’uso di custodie schermanti per le chiavi, che bloccano il segnale e impediscono ai ladri di intercettarlo. Altre misure includono l’installazione di sistemi di allarme aggiornati e la pratica di conservare le chiavi in luoghi sicuri, lontani dalle porte e dalle finestre di casa.

Conclusione

Mentre la tecnologia continua a evolvere, anche i metodi dei criminali diventano più sofisticati. È essenziale rimanere informati sulle ultime minacce alla sicurezza e adottare misure preventive per proteggere i nostri beni. Il Relay Attack è solo un esempio di come la sicurezza informatica e fisica si stiano fondendo, richiedendo una vigilanza costante e soluzioni innovative per rimanere un passo avanti ai criminali.

Purtroppo acquistare sulle piattaforme online un dispositivo per il Relay Attack delle auto keyless può non essere economicamente proibitivo. Si va da un centinaio di euro per un sistema in grado di aprire solo la portiera, a qualche migliaio di euro per un dispositivo in grado di prendere il controllo completo dell’auto.

Iscriviti alla Newsletter settimanale di Computer Security News

Su Salvatore Lombardo 229 Articoli
Ingegnere elettronico e socio Clusit, da qualche tempo, sposando il principio dell’educazione consapevole, scrive online per diversi magazine sull’Information Security. È inoltre autore del libro “La Gestione della Cyber Security nella Pubblica Amministrazione”. “Education improves Awareness” è il suo motto.