Bug nei sistemi di accesso, rischio per la sicurezza delle strutture alberghiere

I sistemi di sicurezza digitale sono diventati fondamentali per garantire la protezione delle strutture alberghiere e dei loro ospiti. Tuttavia, sono emersi problemi di sicurezza nei sistemi Saflok, una delle principali soluzioni di gestione degli accessi utilizzate nell’industria alberghiera, sollevando gravi preoccupazioni per la sicurezza che richiedono un’azione urgente per proteggere le strutture e gli ospiti.

Durante la conferenza sull’hacking tenutasi a Las Vegas nel 2022, un gruppo di ricercatori ha sollevato preoccupazioni significative riguardo ai sistemi di bloccaggio Saflok, utilizzati ampiamente nell’industria alberghiera per garantire la sicurezza delle camere e degli ospiti. La loro scoperta ha messo in luce una vulnerabilità critica che potrebbe compromettere la sicurezza di migliaia di strutture alberghiere in tutto il mondo.

Che cosa sono i sistemi Saflok

Saflok è un sistema di sicurezza digitale ampiamente utilizzato nelle strutture alberghiere per gestire gli accessi alle camere e ad altre aree protette. Questi sistemi consentono agli ospiti di accedere alle loro camere utilizzando chiavi elettroniche o carte magnetiche anziché le tradizionali chiavi fisiche. Inoltre, offrono ai gestori degli hotel un controllo centralizzato sull’accesso alle varie aree della struttura.

La rivelazione della falla

Durante la presentazione alla conferenza, i ricercatori hanno dimostrato come sia possibile sfruttare una serie di vulnerabilità nel firmware dei dispositivi Saflok per ottenere accesso non autorizzato alle camere degli ospiti. Utilizzando tecniche di reverse engineering e analisi delle vulnerabilità, hanno identificato punti deboli nel sistema che potrebbero essere sfruttati da malintenzionati per scopi fraudolenti o dannosi.

Fonte Wired: https://www.wired.com/story/saflok-hotel-lock-unsaflok-hack-technique/

Impatto sulla sicurezza alberghiera

Questa scoperta ha sollevato gravi preoccupazioni per la sicurezza degli ospiti e delle strutture alberghiere. Se sfruttata da criminali informatici, questa vulnerabilità potrebbe consentire l’accesso non autorizzato alle camere degli ospiti, mettendo a rischio la loro sicurezza e la loro privacy. Inoltre, potrebbe portare a gravi danni all’immagine e alla reputazione degli hotel colpiti, con conseguenti perdite finanziarie e perdita di fiducia da parte dei clienti.

Azioni correttive

Dopo la rivelazione della falla, Saflok e altre parti interessate hanno avviato immediatamente azioni correttive per affrontare il problema. Queste azioni hanno incluso il rilascio di patch di sicurezza per correggere le vulnerabilità nel firmware, l’implementazione di controlli più rigorosi per proteggere i sistemi da attacchi informatici e l’aggiornamento delle politiche di sicurezza per prevenire futuri incidenti. Tuttavia è difficile stabilire se tutti gli hotel interessati abbiano già aggiornato i loro sistemi di sicurezza.

Sicurezza informatica nell’industria alberghiera

La rivelazione della vulnerabilità nei sistemi di bloccaggio Saflok durante la conferenza sul hacking di Las Vegas nel 2022 ha evidenziato la necessità di una maggiore attenzione alla sicurezza informatica nell’industria alberghiera.

È fondamentale che gli hotel e i fornitori di sistemi di sicurezza adottino misure proattive per proteggere la sicurezza dei loro ospiti e delle loro strutture da potenziali minacce informatiche.

Solo attraverso un impegno continuo per la sicurezza informatica e una collaborazione stretta tra tutte le parti interessate sarà possibile garantire un ambiente sicuro e protetto per gli ospiti degli hotel di tutto il mondo.

Su Salvatore Lombardo 192 Articoli
Ingegnere elettronico e socio Clusit, da qualche tempo, sposando il principio dell’educazione consapevole, scrive online per diversi magazine sull’Information Security. È inoltre autore del libro “La Gestione della Cyber Security nella Pubblica Amministrazione”. “Education improves Awareness” è il suo motto.