Attenzione! In corso frodi via SMS e contatto telefonico

È stata rilevata una nuova campagna di smishing/vishing rivolta ai correntisti di istituti bancari. I truffatori utilizzano sistemi per nascondere la propria identità, creando numeri di telefono riconducibili a falsi call center di istituti di credito realmente esistenti.

La campagna in corso

L’utente riceve un messaggio tramite sms, simile a quello riportato in figura, apparentemente dal proprio istituto di credito.

Il messaggio solitamente richiede di disconoscere un accesso anomalo contattando il numero di un servizio di sicurezza. Se chiamato, a questo numero risponde un presunto operatore della banca/polizia, che si offre di aiutare la vittima per mettere in sicurezza i propri risparmi. In realtà “L’utente che cade nella trappola inconsapevolmente fornisce al truffatore i suoi dati bancari comunicandoli al telefono oppure digitandoli su false piattaforme online graficamente simili ai siti ufficiali.”, spiega l’ultimo rapporto della Polizia Postale.

In particolare telefonando al numero riportato in figura risponde una segreteria telefonica privata che invita a rilasciare un messagio vocale per essere dopo richiamati. Trattasi di un numero ricaricabile di un operatore virtuale di telefonia mobile che nulla ha a che vedere con Unicredit.

Consigli

La Polizia Postale ricorda che nessun istituto di credito chiederà mai di comunicare dati personali e bancari tramite messaggio, e-mail o telefono. Se ricevete un messaggio sospetto, non cliccate sui link e non condividete informazioni sensibili. In caso di dubbi, è sempre preferibile verificare consultando fonti ufficiali o rivolgendosi direttamente all’istituto di credito.

Per inviare una segnalazione, potete visitare il sito della Polizia Postale.

Su Salvatore Lombardo 241 Articoli
Ingegnere elettronico e socio Clusit, da qualche tempo, sposando il principio dell’educazione consapevole, scrive online per diversi magazine sull’Information Security. È inoltre autore del libro “La Gestione della Cyber Security nella Pubblica Amministrazione”. “Education improves Awareness” è il suo motto.