Attenti agli attacchi del trojan Android Vultur. Come proteggersi

Il trojan bancario Vultur per Android è tornato alla ribalta con una nuova versione che ha messo in allarme la comunità globale. Questo malware, noto per la sua capacità di prendere il controllo dei dispositivi infetti, è stato individuato per la prima volta tre anni fa da ThreatFabric e da allora è considerato uno dei più pericolosi nel suo genere.

L’ultima versione del malware

La nuova versione di Vultur, di cui parla Fox-IT di NCC GROUP in un report , offre funzionalità migliorate e un meccanismo di evasione più avanzato, rendendolo ancora più insidioso.

La maggior parte dei comandi aggiunti sono legati alla funzionalità di accesso remoto tramite i servizi di accessibilità di Android, consentendo all’operatore del malware di interagire in remoto con lo schermo della vittima“.

Utilizza tecniche sofisticate per eludere l’analisi e il rilevamento, come la criptazione della comunicazione con il server C2 (utilizza la crittografia AES e la codifica Base64) e l’uso di payload multipli crittografati.

Il flusso di attacco

Le tecniche di attacco degli operatori Vultur si sono evolute anche utilizzando una combinazione di messaggi SMS e chiamate telefoniche, per distribuire il malware tramite versioni modificate di app legittime che nascondono il dropper Brunhilda: il dropper distribuisce la nuova versione del malware bancario attraverso 3 payload.

Fonte Fox-IT

Una volta installato, il trojan può eseguire una vasta gamma di operazioni dannose, come scaricare, caricare, eliminare e installare file, nonché registrare lo schermo dello smartphone infetto.

Come proteggersi

Per proteggersi da Vultur, è fondamentale installare applicazioni solo da fonti affidabili, verificare le recensioni e i permessi richiesti dalle app, mantenere aggiornato il sistema operativo e le app, e utilizzare soluzioni antivirus affidabili. Inoltre, è importante essere cauti con i messaggi SMS sospetti e le chiamate che inducono a scaricare applicazioni o a fornire informazioni personali.

Su Salvatore Lombardo 192 Articoli
Ingegnere elettronico e socio Clusit, da qualche tempo, sposando il principio dell’educazione consapevole, scrive online per diversi magazine sull’Information Security. È inoltre autore del libro “La Gestione della Cyber Security nella Pubblica Amministrazione”. “Education improves Awareness” è il suo motto.